Buonasera a tutte,

siamo sinceramente rammaricati per l’accaduto. Abbiamo scoperto tra le varie proposte, una di quelle che avevano tutte le potenzialità di vincere il 1° premio, che si tratta molto probabilmente di plagio. Cioè credevamo che si trattasse di un contenuto originale ed invece il testo non virgolettato e senza citazione, senza riferimento alcuno ad una fonte esterna, è stato (salvo prova contraria) copiato ed incollato.

 Questo ha delle implicazioni forti per noi. Tanto più che alcune delle partecipanti che qualcosa avevano subodorato si erano giustamente lamentate scrivendoci che tanto hanno partecipato all’iniziativa e coinvolto amici vari perché si fidavano di noi. Non si trattava dell’ennesimo concorso su FB ma del concorso “della profumeria della nostra città” o addirittura “della nostra profumeria di riferimento”.

Si poteva continuare e far finta di niente. Invece abbiamo dovuto fermarci e chiederci che senso ha fare un give-away. Per noi è l’occasione per rinforzare il legame con le nostre clienti, con spiriti affini, che hanno interessi che vanno di pari passo ai nostri. Certo è stata in passato l’occasione anche per conoscere persone di fuori. Ma che senso ha raccogliere 1000 “Mi Piace” di lucciole che vagano di pagina in pagina e che non interagiranno mai con noi al di fuori del prossimo concorso. Chi vogliamo tutelare? Siamo cresciuti volutamente piano, facendo sempre in modo che fossero le persone a venire a cercare i nostri post, le nostre foto, non vogliamo mandare tutto all’aria per un concorso che avevamo creato per divertirci e celebrare un piccolo ma importante successo.

Per il momento fermiamo questo Give-Away nella situazione fotografata questo pomeriggio. Lo porteremo a termine prendendoci tempo di controllare le diverse entries, ed accertarci che ci siano dietro persone reali e diverse (per quel che ci è possibile). Purtroppo però dal prossimo dovremo chiedere ai partecipanti di venire a ritirare il premio in profumeria. Cioè di mettere un “limite” geografico alla partecipazione al concorso che è forse contrario al mondo di Facebook e di internet in generale ma che va nella direzione di rapporti continuativi, di persone reali che si incontrano, di cui conosco il volto ed il vero nome.

Forse più in là con un futuro negozio on-line saremo in grado di gestire meglio questa che, oggi per noi è stata una sorpresa a cui non eravamo preparati. Ci prendiamo infine una settimana per verificare le cose (per quel che possibile per questa volta perché ci eravamo impegnati a “spedire” i premi come si era fatto anche nel primo concorso), sentire eventuali ragioni della concorrente cui abbiamo contestato il “plagio” e poi decidere chi vincerà i due premi.

Il concorso si intende chiuso e non ce ne vorrà chi come Stefi si era iscritta ma non ha fatto in tempo a scrivere. L’alternativa sarebbe annullare tutto, ma sarebbe una medicina molto amara per quelle di voi che davvero si sono impegnate tanto. Saremo contentissimi di sapere cosa ne pensate in privato profumeria.adriana@gmail.com o qui sul blog.

Grazie ed a tutti le nostre sentite scuse.

 Roberta

Annunci