Tag

, , ,

È strano, quasi ai limiti del credibile, che Sisley, un’azienda piccola piccola rispetto alle grandi case cosmetiche e dai prezzi certamente non popolari sia riuscita a farsi strada e guadagnarsi il terzo posto tra le grandi. Ritengo che siano complici di questo successo una serie di scelte inedite che pongono sempre l’efficacia dei prodotti e la coerenza nella filosofia che sta alla base di ogni singolo prodotto proposto agli utilizzatori. Ne sono una riprova i solari, decisamente controtendenza per formulazione ed odore, decisamente più costosi dei concorrenti eppure i primi per vendita nella nostra profumeria (e certamente non solo da noi). Ho trovato questo articolo apparso sul Le Monde di qualche giorno fa, ve lo ripropongo in una traduzione veloce, per chi vuole l’articolo originale è qui.

“Per le grandi aziende cosmetiche l’estate ha l’odore del Monoi. Nel mezzo di questo oceano zuccherino, Sisley ha scelto le insolite fragranze della salvia o della maggiorana. Per i suoi prodotti solari, Isabelle D’Ornano, vice-presidente dell’azienda che ha fondato con il marito nel 1976, ha saputo imporre la sua firma olfattiva. Una scommessa che ha fatto il successo di queste creme che si vendono a prezzo d’oro e che sono arrivate al terzo posto del mercato francese.

Isabelle d'Ornano, vice-présidente de la marque Sisley.

Perché scegliere una composizione aromatica per la vostra linea solare?

Cerchiamo di evitare fragranze aggiunte per il nostro soin, non siamo dei profumieri. Ma l’odore naturale dei filtri che proteggono dagli ultravioletti è piuttosto sgradevole, così abbiamo scelto degli oli essenziali per mascherarlo. Occorreva trovare una combinazione di piante compatibili con prodotti che si usano al sole. Quando abbiamo lanciato la Super Crème Solaire nel 1990, abbiamo selezionato gli oli essenziali della maggiorana e della salvia perché non sono fotosensibili. Una mossa audace in un mercato olfattivamente molto “codificato”.

Al di là dell’odore inusuale, quali caratteristiche hanno queste piante?

Ogni componente utilizzato per i nostri solari è scelto per assolvere ad una funzione. Così maggiorana e salvia hanno un ruolo battericida.  Per il corpo, ho voluto che si utilizzassero degli oli essenziali che allontanassero zanzare ed insetti. Abbiamo dunque aggiunto il geranio, un olio essenziale potente a sua volta attenuato dalla combinazione con la lavanda.

Con il passare del tempo le formule si evolvono. Perché siete restati fedeli a questi profumi?

Quando si scopre un nuovo filtro solare che ci protegge meglio, lo integriamo nei prodotti. Non rinneghiamo mai le nostre formule e siamo egualmente legati ai loro odori che hanno sempre una dimensione terapeutica. Agli inizi i clienti li giudicano anche un po’ pungenti, ma poi si affezionano a questi ingredienti naturali. È anche un modo per esprimere la personalità della nostra Maison. Perché cambiare?”

M le magazine du Monde

20.07.2012
Par Lili Barbery-Coulon

 

Annunci