Tag

,

In questi ultimi 4 anni abbiamo viaggiato in lungo e in largo con Frodo, Germania, Francia, Spagna, ricevendo ovunque un’ottima accoglienza e compiacendoci di quanto sia più facile vivere con i cani all’estero. Quest’anno sulla via del ritorno passeremo per la Svizzera e non avevo idea di che accoglienza avremmo trovato nell’elegante e preziosa Ginevra.

Qualche giorno prima della partenza ho contattato l’Ufficio del Turismo di Ginevra per sapere se Frodo, in viaggio con noi, sarebbe stato ammesso nei pubblici trasporti. Mi è stato risposto che dai tram ai bus, ai seagull (i traghetti per pedoni che aiutano a spostarsi da un lato all’altro della città) i cani sono ammessi purché tenuti al guinzaglio. Se piccoli e portati nel trasportino non pagano, se grandi pagano il biglietto ridotto.

Nessun cenno alla museruola o a divieti vari per non parlare dei linguaggi tra il burocratico, minaccioso e di bassa lega cui siamo abituati.

Paragoniamo questo con quanto avviene a Potenza, scale mobili, dove amici tedeschi venuti con il proprio cane dalla Germania, sono stati aggrediti (anche la sottoscritta sotto la neve, con San Giovanni ridotta una lastra di ghiaccio e non una persona negli ascensori), e spediti fuori, dopo aver percorso 2600km assieme al proprio 4 zampe pur di non lasciarlo a casa.

Il regolamento COTRAB diceil trasporto di animali vivi è ammesso solo se gli stessi possono essere portati in una gabbia, tenuta in braccio, e la stessa va coperta da un drappo”.

Notare il linguaggio: se portate animali vivi ci sono questi problemi, diversamente se gli animali sono morti potete portarli come vi pare anche sgozzati e sanguinanti. Il “drappo” con cui ricoprire la gabbia è una sorta di burka che dovrebbe indossare chi ha scritto il regolamento, e la stessa COTRAB che nonostante i reclami di molti continua con atteggiamenti molto “profondo Sud”… svegliatevi!

 

PS Allego copia della mail ricevuta dall’Ufficio del Turismo Ginevrino

“Dear Roberta,

Please find below the text regarding animals in the public transport.

(French)

Les petits animaux peuvent être transportés gratuitement dans un panier ou autre conteneur convenablement fermé. Les autres animaux domestiques doivent être tenus en laisse et voyagent au tarif réduit, à l’exception des chiens des services de sécurité en fonction ainsi que des chiens-guide, qui voyagent gratuitement.

In two words it means that if your dog can be in a “basket” it’s free, if not you have to purchase a reduced price ticket.

Best regards,

Mike

 

Mike Leocata

Collaborateur Accueil et Information

leocata@geneve-tourisme.ch

 

Rue du Mont-Blanc 18

Case Postale 1602,

CH – 1211 Genève 1

Tél.: +41-22-909-7000

Fax: 022-909-7011

www.geneve-tourisme.ch

Annunci