Tag

, , , , , ,

Ed infine sono tornata dopo aver percorso 5800 km in giro per l’Europa. Porto con me le lunghe passeggiate nel Parco Nazionale dello Stelvio a raggiungere i rifugi a 3000 metri prima attraversando resinosi boschi di conifere e poi su pascoli verdi verdi tra i fischi delle marmotte. Sempre vicino a noi Sua Maestà l’Ortles, montagna imponente, con i suoi ghiacciai, e quel che resta della meringa precipitata a valle qualche anno fa.

Poi ci è toccata l’Alsazia, terra dei Gran Crus, vigneti a perdita d’occhio ed i paeselli incredibili, casette a graticcio, fioriere che si moltiplicano, ordine e pulizia, pare di essere entrati in una fiaba a cartoni. Tantissimi i mercati che, come nell’Alto Adige, popolano i centri storici, almeno una volta la settimana. Visitiamo il delizioso Ecomusée d’Alsace gestito con 400 volontari ed il mio pensiero vola orgoglioso al nostro Parco della Grancia, difendiamolo, visitiamolo, sponsorizziamolo, invitiamoci amici e parenti. La Basilicata è una regione troppo piccola, e va aiutata da noi cittadini in primis…

Breve tappa a LeMans, qui invece gli Skertzo hanno proposto di animare il centro con un percorso di Son et Lumière che rende giustizia alle bellezze, ai vicoletti, ai monumenti del centro storico della città. Quindi non solo proiezioni sulla Cattedrale, ma una serie di spettacoli ad illuminare tanti angoli poco conosciuti della città.

Infine eccoci arrivati in Bretagna. Anche qui mercati e mercatini nei centri storici curati, puliti, pieni di fiori, e personale del comune che innaffia ogni mattina, pulisce e sostituisce piante e piantine non più verdi ed in fiore. Tantissime trovate per collegare in maniera creativa piccoli centri che sono “carini” ma da soli non ce la farebbero mai a divenire attrazione turistica. Associazioni di volontari, in cui studenti, adulti ed anziani collaborano per mantenere belli i centri storici e creare nuove iniziative.

Continua ….

Annunci