Tag

, , ,

Dopo aver creato Eau de Camille nel 1983, dedicata alla figlia bambina, Annick Goutal crea, nel 1998, una nuova fragranza per Camille, oramai divenuta una giovane donna, che lei chiamava affettuosamente Petite Chérie.

Queste note  tra il dolce (il famoso accordo tra pera e pesca) e l’acerbo (meglio il verde dell’erba appena tagliata), evocano purezza ed audacia. “Una donna bambina ingenua ma determinata, che attrae e commuove al tempo stesso  Sfacciata ed irresistibile, golosa e fresca”.

A me fa pensare da sempre ad Audrey Hepburn, o meglio alla Sabrina di Audrey Hepburn, che ritorna apparentemente grande da Parigi.  Le sue nuove conquistate sicurezze e la tenerezza della sua ingenuità. Affascinante, charmante, elegante eppure giovane, spontanea, e soprattutto autentica.

Annunci