Tag

, , ,

I 4 intensissimi giorni di Scuola Chanel a Roma sono volati rapidamente. Si è cominciato subito con i profumi e lo studio delle materie prime, famiglie e faccette olfattive.

I Profumi

Chanel possiede l’80% delle coltivazioni di Grasse della celebre Rosa di Maggio e del preziosissimo Gelsomino. é una delle poche case (forse l’unica?) che produce direttamente gran parte delle materie prime in Francia come intorno al mondo per mantenere altissimo lo standard di qualità delle materie prime.

Solo 3 profumieri si sono succeduti dal 1921 ad oggi: Ernst Beaux, Henry Robert e  Jacques Polges. Avere un Compositore di Profumi (o Naso profumiere) in-house garantisce coerenza al marchio, indipendenza, libertà di creazione. “Chanel non fa moda, crea stile” è uno degli statement della Maison.

La Cosmetica

Anche per il Soin Chanel segue una strada tutta sua: ha creato il CERIES un laboratorio di ricerca sulla pelle, dove i biologi ne studiano caratteristiche e disfunzioni per individuare le migliori risposte cosmetiche. Ed ancora il CRC (Centro di Ricerca Cosmetica) dove è stato sviluppato un processo esclusivo: il Polifrazionamento o PFA che consente di isolare Principi Attivi puri, potenti e poliattivi. Anche per il soin, Chanel preferisce spesso essere la diretta proprietaria di piantagioni che forniscono materie prime rare e di pregiata qualità.

Make-up

“Per essere insostituibili, bisogna essere diversi” Gabrielle Chanel

Peter Philips è il direttore artistico della Maison dal 2007, fedele alla tradizione della casa ma aperto al futuro per creare tendenze uniche. La filosofia alla base del Make-Up Chanel è la luce. Persino i colori che ci fanno tanto amare il Make-Up Chanel non sono un punto di partenza ma di arrivo: il colore è considerato per il suo effetto finale e non per il mero fatto di essere un colore.

Formazione e Tempo Libero

Bravissimo Massimo, il nostro formatore. Una persona dal grande carisma, generosità ed energia. Non un solo corsista si è detto meno che contentissimo dell’intero corso. Per lui ritmi massacranti, ha lavorato ogni giorno per 12 ore consecutive (costretto ad arrivare in sala ben prima di noi corsisti e ad uscirne per ultimo), le nostre pause erano per lui il momento di fare verifiche perché tutto filasse liscio a livello organizzativo. Ma il suo grande merito è di saper trasmettere con immediatezza e senza inutili sofisticherie la passione che ha dentro. Dovrò subito prenotarmi per i corsi specialistici di formazione continua.

I pochi momenti liberi invece mi hanno concesso di salutare la mia zietta che non vedevo da parecchio (e caso al caso) vive nelle immediate vicinanze della sede del corso. E poi di incontrare, del tutto casualmente, una delle mie più care amiche potentine, in una piazza di Spagna congestionata dai pedoni, come se fossimo in via Pretoria… It’s a small world… and it’s a great Chanel!

Annunci