Tag

, , , ,

images (8)

Spesso i clienti mi chiedono quale sia il mio profumo della stagione, domanda che mi trova spesso impreparata perché cambio profumo con una certa … costanza. Ma se penso all’estate c’è una fragranza che riscopro ogni anno. E non mi riferisco ad un classico agrumato.

L’estate per me significa caldo, tanto caldo, ma anche il ritrovarsi al pomeriggio in un angolino del proprio giardino alla frescura degli alberi. Quel senso di fresco che solo l’erba verde può dare.

A casa poi sono fortunata, il precedente proprietario, è stato così favoloso da piantarci due tigli, da un lato e l’altro della casa. Sicché da metà luglio, non importa da quale finestra mi affacci una ventata fresca, verde con accenti ora di limone ora di miele, invade la casa. Ecco il profumo dei tigli, dal sentore verde della prima fioritura, a quello giallo più dolce e farinoso simboleggia per me il profumo dell’estate.

Quando tra le mani mi è capitato l’ennesimo capolavoro di Olivia Giacobetti, non ho potuto che fare mio quel Tilleul della linea D’Orsay, ci ho ritrovato tutta me stessa: é quel pezzetto d’ombra sotto i rami, il ronzio delle api, il pretendere di leggere e guardare un pezzetto di cielo alla ricerca di nuvole.

Annunci