Tag

, , , , ,

Ssiley

D’accordo, questa estate 2014 è alquanto anomala, ma sono certa che qualche giorno di caldone ci toccherà ed allora le acque profumate ci allieteranno con la loro leggerezza, trasparenza e freschezza. Ricordiamo che molte “Eau” sono colonie, ma ciò non toglie che esistano anche delle Eau de Toilette e persino (per gli irreducibili) Eau de Parfum. Né occorre relegarle nell’armadio a fine stagione, si prestano bene alle sovrapposizione e per dare un tocco sbarazzino ai vostri profumi preferiti dell’autunno/inverno. Provate.

L’Eau Tropicale – Sisley

In giardino ho una passiflora che, nonostante io non sia affatto un perfetto giardiniere (piuttosto un pollice nero), mi gratifica da qualche anno con i suoi grandi e spettacolari fiori. Ne adoro ancora di più il profumo, che magari non riesco a decodificare, un po’ fiore, molto frutta, molto esotico…

Che sorpresa ritrovare questa sensazione di “deplacement” (spiazzamento) quando ho spruzzato per la prima volta un po’ di Eau Tropicale. “Puf!” e sono in questa verde, lussureggiante foresta, tra uccelli dal piumaggio brillante e questo magico tocco di zenzero; un temporale tropicale è appena passato inzuppando il suolo da cui si risvegliano odori di sottobosco (sottogiungla?), e poi l’esplosione di fiori esotici madidi di pioggia. Solo per spiriti viaggiatori.

  L’Eau Froide – Serge LutensLeaufroide

Mi è capitato di sentire l’olio essenziale di incenso e stupirmi di una sua nota fresca, ai limiti del lemoncino. Nella mia testa l’incenso era solo quello possente, orientale, opulento che si sente in chiesa ed in alcuni profumi. Madre Natura è troppo complessa per svelarsi tutta in una volta, cosicché un osservatore attento ed arguto quale Serge Lutens crea questo piccolo grande prodigio: L’Eau Froide, un’acqua profumata fresca come un brivido, senza traccia di agrumi ma anzi miscelando una nota canforina (menta?) con la sfaccettura lemoncina dell’incenso. E da un legno caldo e avvolgente nasce l’Acqua Fredda. Miracolo o trovata geniale di una mente (e naso) senza pari?

Dimenticavo: sulla pelle è favolosa!

Neroli Portofino – Tom Ford

Ok è uno dei miei preferiti. Chi mi conosce sa che adoro le erbe aromatiche, e questa essenza miscela perfettamente odori tipici del Mediterraneo (lavanda, rosmarino) con note legnose appena ambrate nel fondo, fondo che comunque ritiene la sua originale freschezza, croccantezza direi, fino alla fine.

L’Eau de L’Artisan – L’Artisan Parfumeur

Una Eau dal carattere decisamente verde, fresco, con pronunciati sentori di verbena. È il profumo dell’erba verde appena bagnata o baciata dal primo sole del mattino quando è ancora carica dell’umidità notturna. È quella brocca di acqua ghiacciata, in cui galleggia qualche fetta di limone e foglie di menta, per dissetarsi all’ombra di una fresca quercia in un giardino estivo. Un altro piccolo grande capolavoro di Olivia Giacobetti.

Neroli – Czeck & Speake

Un neroli classico nella sua iniziale freschezza ma che si lascia dietro una sensuale scia di assoluta di fiori d’arancio che non ti aspetti. Luminoso, fresco, elegante.

Virgin Island Water – Creed

Io vi auguro di passarcela una vacanza nelle meravigliose Isole Vergini Britanniche (non ci sono mai stata ma ne ho apprezzato foto e racconti di amici viaggiatori). The next best thing, se proprio partire è momentaneamente impossibile, è di acquistare questo trionfo di freschezza e spirito oceanico, mischiato a note di cocco e languidi cocktail tropicali da sorbire con studiata lentezza e pretesa indolenza.

  L’Eau de New York – Bond No. 9

BOND

Se dovessi immaginare una Eau che celebri New York, la immaginerei carica di energia, tumultuosa, che non conceda troppo al carattere retro’ di molte acque profumate. E difatti tra tutte è l’anima più inquieta e vibrante, aspra e legnosa. Ci senti le notti d’estate, quando il grande caldo è spazzato via dalla brezza marina, e dalle acque blue dell’Hudson River. Badate bene sarà pure un “Eau” ma è un Eau de Parfum che lascia il segno.

L’Eau d’Hadrien – Annick Goutal

Di lui ho parlato abbondamente su questo blog (qui e qui e qui), ma non riesco pensare ad un’acqua profumata senza pensare a lei, un’acqua trasparente con un’ombra tutta da scoprire. Bella da sola ma anche sovrapponibile all’infinito a mille altre fragranze per personalizzare profumi legnosi e muschiati. Referenza immancabile nel guardaroba del Perfume Lover.

Condotti Colonia Assoluta – Boellis

condotti-colonia-assoluta-boellis-250-ml

Difficile scegliere una preferita tra le 3 creazioni di Boellis per questa estate 2014. Oggi, quando finalmente abbiamo un po’ di caldo e so per certo che domani saremo in montagna e non al mare, propendo per Condotti, per la sua splendida bottiglia azzurra che anticipa la fresca nota marina all’interno. Magnolia e legni marini lasciano sulla pelle una nota delicata, appena dolce come di carezza in riva al mare.

Oltre che una colonia è uno splash, perché a dire tutta la verità, il bello delle colonie e indugiare sullo spruzzatore e letteralmente immergersi in una nuvola di fresco, anche più volte al giorno. Queste colonie nascono in una divertente bottiglia da 250ml al prezzo di E 65.00 ciascuna, per una volta possiamo indugiare nella nostra “ingorda voluttuosità” senza rimorsi e soprattutto senza rinunciare a composizioni di qualità e carattere.

Annunci